Tophost e la politica del prezzo più basso

La crisi passa anche per Internet

Tophost rimane l’hosting più economico

Da una parte aumentano i costi di registrazione, dall’altra l’Euro è sempre più debole rispetto il dollaro. Come riuscire a essere sempre l’hosting più economico?

La crisi passa anche per Internet

Verisign, azienda responsabile dell’infrastuttura di registrazione dei nomi a dominio .COM e .NET ha annunciato che a partire dal 1° luglio 2010 aumenterà il costo della registrazione dei nomi a dominio, da USD 6,86 a USD 7,34 per i .COM – l’estensione più registrata al mondo – e da USD 4,23 a USD 4,65 per i .NET.

In Europa questo aumento si fa sentire due volte perché in questo periodo l’Euro sta perdendo potere di acquisto nei confronti della valuta americana. A gennaio di quest’anno 1 Euro era cambiato a 1,45 USD, mentre oggi è cambiato a soli 1,25 USD.

Il risultato è che il costo vivo di registrazione di un nome a dominio .COM, a cui va aggiunta la commissione del Registrar di turno, è passato da EUR 4,73 di gennaio 2010 agli attuali EUR 5,87.

Per aziende come Tophost, che lavorano sul prezzo più basso con un margine ridotto al minimo, questo significa non solo l’azzeramento del margine di guadagno, ma addirittura lavorare in perdita!

A questo punto, anche se a malincuore, si rende necessario un ritocco ai prezzi per riuscire almeno ad andare a pareggio.

A partire da lunedì 19 luglio 2010 il listino dei prodotti Tophost subirà queste variazioni:

  • TOPNAME passerà dagli attuali EUR 5,99 a Euro 7,19
  • TOPBLOG passerà dagli attuali EUR 7,99 a Euro 9,59
  • TOPWEB passerà dagli attuali Euro 8,99 a Euro 10,79

Tutti i prezzi indicati si riferiscono alla fornitura del servizio per un anno, IVA del 20% esclusa.

Ci rendiamo conto che questa non è una notizia che avreste voluto ricevere, abbiamo comunque cercato di contenere l’aumento incrementando i prezzi il minimo possibile.

Aggiornamento 8 luglio 2010

Perché il ritocco dei prezzi impatta su tutti i prodotti anche se l’aumento è solo da parte di Verisign?

Premettiamo che sin dal nostro via abbiamo sempre perseguito l’idea del prezzo unico, anche se all’origine ogni estensione di nome a dominio ha un costo diverso. Questa è una politica aziendale, non oggetto di discussione, che vogliamo portare avanti.

Siamo partiti con il prezzo di Euro 5,99, nato da un calcolo che prendeva in considerazione i costi delle estensioni registrabili con Tophost e la percentuale di attivazioni previste per ogni estensione.

Nel corso degli anni, dal 2005 ad oggi, ci sono stati diversi rincari, del tutto naturali, come il costo dell’infrastruttura, del personale, della connettività , rincari da parte dei Registrar da noi utilizzati e via dicendo. Tutti questi costi sono stati sempre assorbiti in toto da noi, in silenzio, senza strombazzare nulla.

Il nuovo aumento da parte di Verisign e l’attuale cambio Euro/Dollaro non è la sola motivazione che ci ha spinto a ritoccare i nostri listini, ma è solo l’ultima motivazione, tutto qui. D’altra parte se non ci rimane margine operativo, che senso ha esistere come Azienda?

Da parte nostra abbiamo sempre pensato di offrire un servizio onesto, al costo più basso possibile. Il costo più basso possibile che riusciamo a praticare, è stato ritoccato, ma assicuriamo tutti, che è il meglio che siamo riusciti a fare.

Ho appena rinnovato/acquistato un prodotto con voi? Devo pagare la differenza?

Assolutamente no! Questo aumento non inciderà sui contratti in essere, ma solo sugli acquisti che si andranno a fare a partire dal 19 luglio 2010.

568 commenti su “Tophost e la politica del prezzo più basso”